Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Calcio

Auteri tra gioia e rammarico: “Vittoria meritata, peccato per qualche egoismo. L’arbitro? Cervellotiche le sue scelte”

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Sorride alla Strega il match di andata del secondo turno nazionale dei playoff di Serie C. A decidere la gara il primo gol in giallorosso di Angelo Talia, bravo a incunearsi nella difesa della Torres e a battere Zaccagno con un destro di potenza. Resta ovviamente aperto il discorso qualificazione ma adesso è il Benevento a poter contare su due risultati utili su tre. Le parole dei protagonisti del match:

Alfonso Greco, allenatore Torres

“Io ho visto una Torres fare una grande partita, abbiamo avuto tre/quattro occasioni che potevamo sfruttare meglio. Ci abbiamo messo grinta e carattere. Calati dopo l’inizio? Guardate che ci sono anche gli avversari in campo. Il rammarico c’è perchè la sconfitta è immeritata. Ma c’è un’altra partita ancora, sabato vedremo come andrà a finire contro un Benevento costruito con un budget diverso dal nostro. Come si fa a vincere? Stando in partita, si può segnare anche al centesimo minuto”.

Gaetano Auteri, allenatore Benevento

“Già prima del gol di Talia stavamo crescendo, poi l’abbiamo gestita meglio ma con una pecca: quando un compagno è in posizione migliore della tua la palla gliela devi dare. Ecco, c’è stato un pizzico di egoismo. La Torres? Ha dimostrato di essere una squadra importante, abbiamo vinto con merito e andremo a giocarcela anche lì, pure perchè non so come si fa a giocare per gestire un gol di vantaggio”.

“L’arbitraggio non mi è piaciuto, troppe decisioni cervellotiche. E poi addirittura Carli espulso per proteste: ma come fai a non arrabbiarti quando non ti fischiano un fallo per una trattenuta di sette secondi? I cambi? Lanini era un po’ stanco e poi in due/tre situazioni non ha dato la palla a un compagno messo meglio di lui. Poi ho preferito Carfora perché mi serviva un giocatore con la sua gamba: Starita ha caratteristiche diverse mentre Bolsius è un calciatore che un po’ c’è e un po’ no”.

Angelo Talia, centrocampista Benevento

“È andata bene, sul gol il movimento di Perlingieri mi ha aperto uno spazio e mi sono buttato dentro. Entrato in area mi sono detto “devo segnare”. È stata una grande gioia. La dedico alla mia famiglia, presente quasi al completo. E alla nonna che non c’è più ma avrà visto la partita da lassù”.

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati

redazione 2 ore fa

Benevento pronto a piazzare l’affondo decisivo: a breve l’incontro con il Rimini per Morra e Lamesta

redazione 7 ore fa

Per Manconi rilancia anche il Trapani: il bomber tiene duro, ha dato la sua parola al Benevento

redazione 10 ore fa

Strega, questione portiere: con Nunziante dodicesimo, ci sarà spazio solo per uno tra Paleari e Manfredini. O addirittura per nessuno

redazione 1 giorno fa

La nazionale LND batte il Giugliano calcio e per la quarta volta conquista il trofeo Shalom

Dall'autore

redazione 2 ore fa

Benevento pronto a piazzare l’affondo decisivo: a breve l’incontro con il Rimini per Morra e Lamesta

redazione 7 ore fa

Per Manconi rilancia anche il Trapani: il bomber tiene duro, ha dato la sua parola al Benevento

redazione 8 ore fa

Accademia Volley, Antonio Libraro nuovo responsabile tecnico del Settore Maschile

redazione 10 ore fa

Strega, questione portiere: con Nunziante dodicesimo, ci sarà spazio solo per uno tra Paleari e Manfredini. O addirittura per nessuno

Primo piano

redazione 2 ore fa

Benevento pronto a piazzare l’affondo decisivo: a breve l’incontro con il Rimini per Morra e Lamesta

redazione 7 ore fa

Per Manconi rilancia anche il Trapani: il bomber tiene duro, ha dato la sua parola al Benevento

redazione 8 ore fa

Accademia Volley, Antonio Libraro nuovo responsabile tecnico del Settore Maschile

redazione 10 ore fa

Strega, questione portiere: con Nunziante dodicesimo, ci sarà spazio solo per uno tra Paleari e Manfredini. O addirittura per nessuno

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content