Connettiti con noi
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio
Annuncio

Altri sport

Vitulano si tinge di rosa: c’è fermento per il passaggio del Giro d’Italia verso Bocca della Selva

Pubblicato

su

Ascolta la lettura dell'articolo

Vitulano è in fermento, pronta a tingersi di rosa in occasione della decima tappa del Giro d’Italia (Pompei – Cusano Mutri (Bocca della Selva). Il centro sannita ospiterà il gran premio della montagna di seconda categoria in località Camposauro.

Una comunità in festa, il Sindaco predisporrà la chiusura delle scuole e l’amministrazione regalerà ad ogni bambino una bandierina rosa da sventolare lungo le strade al passaggio dei corridori La carovana rosa dopo aver attraversato la Valle Caudina si immergente nei paesaggi mozzafiato della Dormiente del Sannio. Il profilo di una splendida ed elegante donna che sembra soavemente distesa i cui contorni sono “disegnati” dalle vette dei monti che formano il massiccio Taburno-Camposauro (Area protetta Regionale).

La salita verso il GPM comincia attraversando il centro abitato di Vitulano capoluogo del Mandamento da cui prende il nome l’intera Valle, composta da altri sei Comuni. Il patrimonio storico-architettonico di Vitulano è legato soprattutto all’aspetto religioso e ai grandi palazzi delle famiglie nobili dei vari casali.

Il serpentone rosa “accarezzerà” le cave di “Marmo di Vitulano”, tra Vitulano e Cautano, a circa 800 metri di quota. Un’eccezionale risorsa naturale che l’abilità, l’esperienza e la passione di straordinari artisti-artigiani trasformano in magnifici oggetti dall’incredibile fascino. Il Marmo di Vitulano è stato utilizzato fin dall’antichità; il fascino esclusivo del suo colore, simbolo di vita e forza e allegoria di regalità, potenza e lusso, fu molto apprezzato anche dal famoso architetto Luigi Vanvitelli che lo scelse per abbellire gli interni della Reggia di Caserta, la residenza che doveva risplendere nel mondo superando le meraviglie di ogni altro Palazzo Reale. Dopo lo scollinamento, lungo la discesa che porta verso la Valle Telesina, è possibile ammirare i ruderi del Monastero di S. Maria della Grotta situato Lungo le pendici del Monte Drago.

Annuncio
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati

Giammarco Feleppa 3 giorni fa

Da San Vitale a Pietrelcina per promuovere il turismo sostenibile: il 7 luglio torna ‘Pedalando sulle colline Beneventane’

redazione 4 settimane fa

Pasquale Di Lorenzo vince la Matesannio Marathon 2024. Grande rivelazione la prima edizione della Cicloturistica

Christian Frattasi 1 mese fa

Foiano di Val Fortore in festa. Giornata storica per la partenza del Giro: dopo 91 anni ritorna la corsa rosa

Antonio Corbo 1 mese fa

Giro d’Italia, a Bocca della Selva vince Paret-Peintre. Mercoledì si parte da Foiano

Dall'autore

redazione 11 minuti fa

Grande prestazione di Luigi Tedesco: Kronos Triathlon Team sul podio ai campionati italiani

redazione 6 ore fa

Kubica verso la cessione al KS Cracovia: dai polacchi una buona offerta al Benevento

redazione 1 giorno fa

Calcio a 5, serie C2: il Calvi riparte dal gruppo storico prima di annunciare i nuovi acquisti

redazione 1 giorno fa

Il Bari su Ciano: Moreno Longo con Maiello vuole riformare l’ossatura vincente del Frosinone 

Primo piano

redazione 11 minuti fa

Grande prestazione di Luigi Tedesco: Kronos Triathlon Team sul podio ai campionati italiani

redazione 6 ore fa

Kubica verso la cessione al KS Cracovia: dai polacchi una buona offerta al Benevento

redazione 1 giorno fa

Calcio a 5, serie C2: il Calvi riparte dal gruppo storico prima di annunciare i nuovi acquisti

redazione 1 giorno fa

Il Bari su Ciano: Moreno Longo con Maiello vuole riformare l’ossatura vincente del Frosinone 

Copyright © 2023 Intelligentia S.r.l.

Skip to content